Bacheca Sindacale On Line    Sicurezza    Privacy    Pubblicità Legale    Amministrazione Trasparente    Lavora con la scuola

fse tirocini   pon

SICUREZZA NELLA SCUOLA

logo sicurezza a scuola



Dal piano di emergenza per il Liceo Scientifico "G.Galilei" di Trento, redatto dalla Provincia Autonoma di Trento - Servizio Antincendi e Proteziona Civile - in base alla legge 626, sono qui estratte le linee guida comportamentali suddivise per studenti, docenti e personale A.T.A.

Scenari delle emergenze ragionevolmente prevedibili

Gli eventi ragionevolmente prevedibili e che potrebbero comportare la necessità  di procedere all'evacuazione parziale o totale dell'edificio sono:

  1. incendio che si sviluppa all'interno dell'edificio, ad esempio da locali cui sia presente un potenziale rischio d'incendio quali laboratori, biblioteche, centrale termica, magazzini, depositi, archivi, ecc.;
  2. incendio che si sviluppa all'esterno dell'edificio e che potrebbe coinvolgere l'edificio stesso (propagazione dell'incendio o dei fumi);
  3. terremoto;
  4. crollo dovuto a cedimenti strutturali dell'edificio o di quelli adiacenti;
  5. segnalazione o sospetta presenza di ordigni esplosivi;
  6. inquinamento dovuto a cause esterne, qualora venga accertata dall'autorità  competente la necessità  di evacuare l'edificio.

NORME GENERALI DI COMPORTAMENTO IN CASO DI EVACUAZIONE

I comportamenti dei soggetti interessati alla gestione dell'emergenza devono essere finalizzati al conseguimento dei seguenti risultati:

  1. avviare le prime misure necessarie per tenere sotto controllo le cause che hanno determinato l'emergenza;
  2. controllare che le persone presenti siano evacuate in sicurezza;
  3. verificare se vi siano feriti o dispersi;
  4. ottenere l'assicurazione che siano stati chiamati i Vigili del Fuoco e che siano stati informati dell'emergenza i vertici dell'Istituto e le Autorità  competenti;
  5. assicurare il libero accesso all'edificio dei mezzi di soccorso;
  6. collaborare con i Vigili del Fuoco al loro arrivo nell'edificio, riferendo il tipo di emergenza in atto, la presenza di eventuali particolari situazioni pericolose, persone disperse, ecc.